Come Si Arreda Una Casa Al Mare?

arredamento per pizzeriaLuglio è ormai finito, e ti resta solo un mese per staccare da tutto e goderti finalmente qualche giorno di vacanza. Se hai una casa al mare, oppure stai pensando di acquistarne una, nell’articolo di oggi ti forniremo alcuni consigli su come arredarla nel modo giusto, senza spendere un patrimonio. Non importa la località nella quale è ubicata la tua casa al mare, e nemmeno le dimensioni della stessa, perché una casa al mare deve essere arredata in modo da suggerire una sensazione di relax, di gioia, di tranquillità. Come stile di arredamento, ti suggeriamo di puntare sull’arte povera e sullo shabby, perfetti per ricreare questo ambiente familiare, senza dimenticare che i mobili tipici di questi due stili sono caratterizzati dalla semplicità, dalla robustezza e dalla efficacia. E una casa al mare deve essere pratica, tutto quello che è superfluo è e resta superfluo. Il modo migliore, in ogni caso, è acquistare mobili artigianali, personalizzabili nelle finiture e nei colori, in modo da poter scegliere fino all’ultimo dettaglio l’arredamento della tua dimora balneare. Come si arreda una casa al mare?

arredamento per ristorantiIl materiale più usato in questo tipo di accessori è il metallo, soprattutto se parliamo dei set di posate, ma non mancano rivisitazioni moderne, dove privilegia la plastica dura in diverse sfumature di colore. Invitare gli ospiti a cena e vederli incantati dalla nostra tavola, è una soddisfazione che non ha prezzo. Sono i dettagli, i particolari di stile che fanno la differenza e rendono la nostra tavola, un regno del glamour. Per creare una mise en place perfetta per il pranzo con i vostri ospiti, non possono mancare tovaglioli ricamati, sottopiatti e calici da vino. Stupirete i vostri ospiti portando a tavola delle forme insolite e particolari per l’oliera e per il set sale e pepe. Curate i minimi dettagli impreziosendo la vostra tavola con dettagli chic come il set da pinzimonio composto da vassoio, piccole ciotole e bottiglia in vetro per l’olio. Quale stile scegliere per il vostro arredamento? Per portare l’eleganza raffinata e minimalista dell’oriente non possono mancare collezioni di porcellane antiche, pezzi d’antiquariato giapponese, quadri, bauletti antichi stile asiatico e anche lampade da tavolo minimaliste che si abbinano perfettamente all’atmosfera sofisticata orientale.

  • Poca flessibilità nella scelta del layout del negozio
  • L’amministrazione della giustizia affidata ai funzionari regi;
  • Allestimento Food: Bar e Ristoranti
  • Pergole e tettoie da giardino
  • Innovare nei materiali

Per non parlare poi del terrazzo dove i mobili devono essere scelti anche in base alla loro resistenza all’azione diretta degli agenti atmosferici. Per ogni mobile e per ogni accessorio esistono poi infinite versioni tra le quali dobbiamo scegliere quella più adatta allo stile di arredamento prescelto e quella ovviamente migliore per le nostre esigenze specifiche. Le stesse considerazioni devono essere fatte per le pareti e per i pavimenti che non possono essere scelti a caso ma anzi devono andare in base all’ambiente e alle varie attività in esso svolte. Non dobbiamo infine dimenticare di considerare sempre un’adeguata illuminazione per ogni stanza. Grazie a queste piccole considerazioni è possibile creare la casa dei nostri sogni realizzando ambienti ad hoc per noi e le nostre attività quotidiane. L’arredamento rispecchierà noi stessi e ci permetterà di sentirci davvero a casa nostra e di mostrare il nostro modo di essere a tutti i nostri ospiti. Il tavolo non è più un mobile smontabile ma è solido, con un piano robusto e ben levigato e con gambe tornite. Tra le varie forme di tavolo bisogna ricordare il fratino tipico dei refettori: due gambe semplici o tornite a forma di colonna che reggono una tavola e sono poi inchiodate e fissate con spine a due capi del tavolo. Le decorazioni francesi in particolare sono caratterizzate da un miscuglio di foglie, animali e motivi architettonici. Nel tardo Rinascimento in Italia nacque il Barocco che proponeva motivi nuovissimi in architettura che influenzarono anche l’arte del mobile, dell’arredamento e della decorazione interna. In questi, comunque, il passaggio fu graduale perché alcuni mobili continuarono a mantenere qualcosa di medioevale. L’arricchimento progressivo della forma e delle strutture si manifesta all’inizio attraverso certi elementi che solo in seguito diverranno parte integrante del mobile. Se ne ritrovano le prime tracce alla fine del Rinascimento, ben visibili nel cosiddetto armadio di Rubens.

Un modo molto semplici ed economico per ricreare l’atmosfera del mare in casa sono le Wall Art: grandi o piccole tutto dipende dal numero di stampe che userete e dal soggetto scelto. Esistono tantissimi siti online dove trovare stampe scientifiche di conchiglie da poter scaricare e stampare in casa: unica accortezza per dare un tocco di qualità, usare una cornice di classe. Le conchiglie, oltre ad essere un po’ magiche agli occhi dei bambini, possono trasformarsi in perfetti elementi d’arredo per la vostra casa in stile mare. Che hi l’ha detto che le ghirlande sono riservate per i mesi invernali? Decorare un camino o una vecchia recinzione di legno con una ghirlanda con temi marini, potrà cambiare volto a qualsiasi angolo della casa. Le lanterne sono una di quelle soluzioni che amo alla follia: non solo possono creare un’atmosfera unica e calda con la loro fiamma, ma allo stesso tempo riescono ad arredare con classe e stile. Esistono tantissimi tipi di lanterne, trovarne alcune che rispecchino lo stile marino (bianche, azzurre, con elementi marini…) non sarà poi così difficile. Potrete usarle sia per il vostro giardino sia per per accogliere i vostri ospiti, fino a farle diventare dei centri tavola.