“I Bonus Infanzia Nascondono Una Fregatura” (tanto Per Cambiare) |

Nel primo caso la carta viene intestata all’anziano, nel secondo ai genitori (affidatari o tutori). L’ISEE da produrre è quello nuovo (rilasciato secondo le regole dettate dal Dpcm 159/2013) e al momento della presentazione della domanda non deve essere scaduto. Le richieste dovranno essere presentate nella sede dei Servizi sociali. Il valore del Bonus varia dipendentemente dal numero dei componenti della famiglia. Il Bonus famiglia può essere richiesto da persone fisiche, iscritte all’anagrafe tributaria ed aventi il domicilio fiscale in Italia. Le domande, sia per il bonus bebè che per il voucher “maternità” devono essere presentata all’Inps. Quando l’agenzia delle Entrate metterà a disposizione dei cittadini il modulo, sarà possibile consegnare la domanda al proprio datore di lavoro oppure, nel caso di pensionati, all’Inps o agli altri enti previdenziali. PORTO MANTOVANO. Un contributo da destinare ai cittadini del comune in difficoltà economiche. Per quanto riguarda il voucher maternità, si tratta di un contributo per le mamme lavoratrici che rinunciano alla maternità facoltativa. Dopo queste importanti precisazioni, riepiloghiamo, in parte riprendendo e in parte aggiornando quanto già esposto nella nostra nota precedente.

sartorianuovo

Già previsto per gli anni precedenti la vera novità del bonus bebè 2016, già approvata con la legge di stabilità 2015, è la sua forma. Per il calcolo del limite di detrazione occorre tener conto delle detrazioni già fruite nei periodi d’imposta precedenti. Il valore del “bonus” ammonta a 127 euro a persona: bisogna poi moltiplicare la somma per il numero dei componenti residenti presso l’utenza così come si rileva dai registri dell’anagrafe comunale. Forse non tutti sanno che il governo ha varato una manovra da 27 miliardi di euro di cui 600 milioni dedicati alle agevolazioni per le famiglie, per sostenerne e incrementarne il reddito. La classe più numerosa di famiglie, quasi 2,4 milioni di nuclei, che hanno ottenuto l’aiuto del governo, sono concentrate nel quarto gradino, quello dei benestanti che sono solo ad un passo dal quinto gradino, quello cioè dei ricchi. Quello che sostiene l’Istat», dice Brambilla, «è difficile da dimostrare, perché bisognerebbe incrociare i codici fiscali dei contribuenti. Questa volta la confusione viene dal sito stesso dei buoni vacanza, che inserisce tra le province dell’Emilia Romagna anche la Repubblica di San Marino.

L’obiettivo quindi è alzare un po’ quel tetto, anche se “la coperta, come sempre, è troppo corta. Tra questi ad esempio abbonamento ai trasporti pubblici ma anche iniziative culturali, turistiche etc. La Finanziaria 2009 ha reso stabile la detrazione del 19% delle spese sostenute per il pagamento di rette per asili nido, pubblici e privati, con un limite massimo di 632 euro per ogni figlio. La carta può essere utilizzata per l’acquisto di alimentari in negozi abilitati (che espongono un logo particolare riferito alla carta), in farmacia, per pagare bollette energetiche e spese sanitarie. COME PRESENTARE LE CANDIDATURE – Le richieste dovranno essere presentate telematicamente tramite portale INPS al compimento del settimo mese di gravidanza o comunque entro un anno dalla nascita del bambino. Se si procede entro 90 giorni dalla nascita o dall’ingresso dell’adottato in famiglia l’erogazione parte dal giorno della nascita o adozione. L’esperto fiscalista vi spiegherà che comunemente l’indice ISEE di riferimento per la verifica del tetto massimo di 8.500 € attiene al terzo componente minorenne della famiglia.

L’importo di 1200 euro è un bonus fisso annuo a beneficio della famiglia numerosa e, pertanto, spetta in misura piena. Il ministro Lorenzin ha annunciato nei giorni scorsi un raddoppio del bonus bebè dagli 80 euro ai 160 euro al mese per nuclei con reddito Isee tra i 7 mila e i 25 mila euro annui. Normalmente tali sussidi sono cumulabili con altre misure di sostegno del reddito. I dettagli di questo bonus sono stati fissati dal decreto attuativo del 10/9/2009, al quale e’ seguita la firma di un protocollo tra Ministero e ABI. Bonus figli a carico 2017: come funziona? Se oggi un giovane prende 2.800 lordi esce dal carico familiare, quindi diventa un disincentivo fiscale”, ha detto a margine dei lavori sulla legge di bilancio il presidente della Commissione, Giorgio Tonini (Pd), riportato da AdnKronos. Con lo stesso provvedimento, è stato approvato il primo elenco dei non ammessi (7 domande). Il servizio è sempre attivo con risponditore automatico, 24 ore su 24, con l’operatore dal lunedì al venerdì dalle ore 8.00 alle ore 20.00 e il sabato dalle ore 8.00 alle ore 14.00, festivi esclusi. Canone Rai: la tassa viene addebitata direttamente nella bolletta della luce dal prossimo luglio.