Incentivi 2017: Agevolazioni E Bonus Per Le Famiglie

Il ministero dell’Economia ha inviato all’Ufficio parlamentare di bilancio i chiarimenti alle critiche esposte dall’Autorità nel corso dell’audizione in Parlamento e trasmesse a Via XX Settembre lo scorso 3 ottobre. Bonus luce e gas 2017: è uno sconto in bolletta energia elettrica e/o gas che spetta alle famiglie che possiedono determinati requisiti ISEE e condizioni. Il bonus è fruibile al termine del periodo di congedo di maternita’ per gli undici mesi successivi e in alternativa al congedo parentale, ma anche da chi ne abbia fruito in parte. Rimarranno in Italia se vedono che il Paese sta cambiando e mette al centro le famiglie, inizia ad avere fiducia nelle famiglie e non inizia a considerare chi fa un figlio, chi si sposa come un eroe! Dando la possibilità a chi non ha il permesso di soggiorno di avere di diritto il bonus famiglia. Per richiedere il Bonus Famiglia 2017 bisognerà non superare una determinata soglia di reddito, ma saranno esclusi coloro i quali vivono sotto la soglia di povertà,ovvero con un Isee inferiore ai 3000 euro annui, in quanto beneficiari di altri provvedimenti. Tale contributo non concorrerà alla formazione del reddito complessivo, quindi non avrà riflessi in materia di Irpef (e nemmeno ai fini del calcolo del reddito per ottenere il bonus di 80 Euro in busta paga).

Ai malati che necessitano di apparecchiature salvavita nel 2013 stati assegnati 23.600 bonus. E’ una carta che non ha scadenza -quindi quelle ottenute dal 2009 in poi possono essere utilizzate anche nel 2016- ed è concessa ad anziani o famiglie con bimbi piccoli che rispondono a determinati requisiti (vedi più avanti). Vediamoli uno ad uno, spiegando nel dettaglio cosa sono e come funzionano, in cosa consistono, quali sono i requisiti richiesti per accedervi, come presentare la domanda e quale modulo usare per la richiesta dei bonus e agevolazioni. Se durante i 12 mesi di agevolazione, cambia ad esempio il numero dei componenti familiari o la situazione reddituale e patrimoniale del cittadino, queste possono essere recepite solo al momento del rinnovo della domanda di ammissione al bonus. Verrà erogato attraverso uno sconto applicato sulle bollette dei 12 mesi successivi a quello della domanda. Il contributo verrà anticipato dal venditore o dal produttore sotto forma di sconto, dietro presentazione di un certificato di iscrizione al corso contenente i dati fiscali dello studente e il corso a cui lo stesso è iscritto. Arrivano fino a 500 euro l’anno di detrazione per giovani sotto i 35 anni, dove c’è la cedolare secca.

Da quando è partito il sistema dei buoni vacanza, il 20 gennaio del 2010, sono state 11922 le richieste di buoni che hanno portato alla distribuzione di buoni per circa 10 milioni e mezzo di euro. Per i bonus per i nuovi nati, le famiglie numerose e quelle con figli disabili occorrerà anche essere residenti in Toscana al 1 gennaio dell’anno per cui si chiede il contributo. La richiesta per il bonus 2014 può essere fatta entro il 31 gennaio 2015 e valgono i requisiti al momento della domanda. Un bonus famiglie numerose specifico, sarebbe dovuto entrare in vigore dall’inizio di quest’anno con il nome di carta famiglia. Anche gli immigrati con soggiorno limitato (vuol dire senza permesso di soggiorno) hanno diritto al bonus famiglia. Ci sono infine bonus per le famiglie con uno o più figli gravemente disabili: 700 euro l’anno per ciascuno, se con meno di 25 anni.

Disponibili con questo tipo di iniziativa 100 milioni di euro. Centocinquanta euro a famiglia per iscrivere il proprio figlio all’asilo nido. Cos’è il Bonus Famiglia 2017? I ticket per l’infanzia ed i bonus sociali sono stati trasferiti alla Provincia e sono pronti ad essere fruiti dai legittimi destinatari. I suddetti soggetti devono essere titolari di mutui ipotecari o chirografari relativi ad edifici distrutti o inagibili, anche parzialmente, oppure relativi alla gestione di attività di natura commerciale ed economica svolta nei medesimi edifici. Requisito fondamentale: essere residenti in Italia ed essere cittadini italiani, comunitari o extracomunitari. E, come di con­sue­to, di mez­zo ci van­no i Cittadini. Tra i capoluoghi svetta Palermo (576 famiglie numerose), seguita da Catania (301) Messina (110), Trapani (82), Caltanissetta (55). Tra i comuni più piccoli spicca Adrano, in provincia di Catania (93 richieste). Per il reddito complessivo saranno considerati sia i proventi da lavoro dipendente sia da quello autonomo con una detassazione per il 50% del totale contro il precedente 70 per cento.

Per le donne non lavoratrici in gravidanza, c’è invece il cd. Ad oggi molte coppie sono costrette a rinunciare al progetto a causa di un lavoro stabile che non c’è e di risorse economiche scarse. Ma in questo caso, trovo sia importante dare spazio e visibiltà ad una iniziativa dell’INPS a favore delle madri che rientrano presto al lavoro e che non usufruiscono del congedo parentale, meglio conosciuto con l’obsoleto nome di maternità facoltativa. Oggi, ha spiegato a Washington in un’intervista alla CNN, l’Italia è “nel mezzo del treno” della crescita europea, ma “in un paio d’anni – ha assicurato – saremo in testa”. CF con i componenti del nucleo ISEE. Per poter beneficiare dell’agevolazione l’mmobile deve trovarsi obbligatoriamente in territorio italiano e deve costituire l’abitazione principale del soggetto richiedente. In informatica, un Combo box (in italiano casella combinata) è un controllo grafico (widget) che permette all utente di effettuare una scelta scrivendola in una casella di testo o selezionandola da un elenco. La novità è stata introdotta dal decreto per la Buona Scuola nella delega per il settore 0-6 anni.