Nidi D’infanzia Comunali: Approvato Il Bonus Nido 2017

La misura fa parte di un pacchetto di provvedimenti rivolti ad aiutare le famiglie più bisognose. Corposo il pacchetto famiglia contenuto nella nuova Legge di Stabilità. Gran parte di queste forme di sostegno sono riconfermate sulla scorta delle risorse che compongono i Fondi per la famiglia della finanziaria. Come si è detto, la Finanziaria 2008 ha anche prorogato fino al 31 dicembre 2010 le agevolazioni fiscali spettanti ai contribuenti che sostengono spese per il conseguimento di risparmio energetico. Il beneficio consiste in una detrazione d’imposta del 55% delle spese sostenute, entro un limite massimo che varia a seconda della tipologia di intervento eseguito. I contribuenti esonerati dall’obbligo di presentazione della dichiarazione dei redditi effettuano la restituzione del beneficio non spettante mediante versamento con il modello F24 (codice tributo 4711), entro i medesimi termini. Sempre online, è disponibile un software che permette di calcolare l’importo del beneficio spettante. Non solo: ogni bonus vale per un bambino, significa che in caso di parto gemellare (o più) e di adozioni o affidi di due bimbi, l’importo potrà raddoppiare o triplicare.

Presentazione fulvio greggio ITAIn caso di genitori con reddito inferiore a 7 mila euro il bonus bebè è raddoppiato, di 160 euro al mese. Diversamente dalla Social Card, in questo caso non si fa riferimento all’ISEE (indicatore di situazione economica equivalente), ma alla mera somma dei redditi di tutto il nucleo familiare, cioè del richiedente e degli altri familiari. Alla banca/finanziaria dovra’ essere consegnato un modulo di richiesta con allegata tutta la documentazione utile per verificare l’esistenza dei requisiti richiesti (attestazione ISEE, autocertificazione dove si dichiara di possedere i requisiti, etc.). I dati possono essere chiesti anche in tempi diversi – mantenendoli o modificandoli – e resi ufficiali solo a conclusione della compilazione. Tra i gli aiuti alle famiglie 2017, troviamo anche l’assegno maternità dello Stato, un’agevolazione rivolta alle mamme lavoratrici o precarie che spetta per un massimo di 5 mesi. Un obiettivo che si prefigge anche il ministro dell’Economia Pier Carlo Padoan.

Accesso al contributo da parte delle lavoratrici. Il contributo sarà erogato una sola volta per nucleo famigliare e fino a esaurimento dei fondi in ordine cronologico di inoltro della richiesta. La legge di Stabilità per il 2015 ha istituito il “Bonus famiglie numerose”, un contributo aggiuntivo per le famiglie che abbiamo 4 o più figli minori a carico. Il DPCM è stato firmato da Renzi il 24 dicembre 2015 ed è stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. JOBS ACT E NUOVI AIUTI – Come promesso la legge di Stabilità viaggia parallela al ddl delega sul lavoro, che le è stato tra l’altro collegato. Decreto anticrisi (D.l.185/08), convertito nella legge 2/09, art.4 e DPCM 10/9/2009 (G.U. Il governo ha varato il decreto anticrisi di novembre che ora è diventato legge. Approvato dalla Corte dei Conti il decreto varato da Michela Vittoria Brambilla per l’erogazione di buoni vacanze a favore delle famiglie economicamente svantaggiate: buoni da spendere in vacanze per le famiglie con basso reddito o tanti figli. Per i clienti in stato di disagio economico l’importo annuale varia a seconda del numero dei componenti il nucleo familiare.

Eventuali domande rimaste nello stato bozza non saranno prese in considerazione, né possono essere riprese in lavorazione, completate e/o inviate. Il venditore/produttore potrà poi rivalersi sullo Stato applicando un credito di imposta. In ogni caso, il bonus non potrà esser maggiore della retta. Roma, 7 ottobre 2016 – Il governo sta ipotizzando di inserire nella legge di bilancio un bonus per i nuclei familiari con almeno due figli che vivono in condizioni economiche difficili. Finanziata con un fondo di 290 milioni di euro per coloro che diventano maggiorenni nel 2016, al carta è utilizzabile soltanto per attività culturaliquali teatro, cinema, concerti, musei, gallerie, acquisto di libri ecc.. Il fondo dedicato è di 10 milioni di euro per ciascun anno. Si tratta di un Fondo destinato agli studenti di musica per acquistare uno strumento. La Giunta Comunale di Alessandria ha approvato la delibera per il riconoscimento del ‘Bonus nido – anno 2017’ per i bimbi iscritti ai nidi d’infanzia comunali. Per evitare questo ennesimo cortocircuito, Daniela Forma ha annunciato che presenterà un emendamento al prossimo assestamento di bilancio, per «riparare il maltolto e restituire le risorse assegnate a suo tempo alle famiglie numerose». È un assegno destinato alle mamme disoccupate e casalinghe che non lavorano o che non possono far valere almeno 3 mesi di contributi negli ultimi 18 mesi prima della nascita (o dell’adozione) del bambino.