Qualcuna Ha Fatto O Farà La Richiesta Bonus Infanzia..

sfondo nuovo anno 2017Per cui, per sapere come richiedere lo sconto in bolletta è necessario verificare al CAF e al proprio Comune le modalità di erogazione dell’eventuale agevolazione. Si tratta di un assegno che la madre non lavoratrice può chiedere al proprio Comune di residenza per la nascita di un figlio oppure per l’adozione di un minore di età non superiore ai 6 anni. Le lavoratrici autonome e imprenditrici possono presentare la domanda dopo aver concluso il teorico periodo di fruizione dell’indennità di maternità ed entro l’anno di vita del minore. Rifinanziato e ampliato il voucher/bonus per le mamme lavoratrici che fruiscono di asili nido o baby sitting, aperto da quest’anno anche alle mamme imprenditrici. Le lavoratrici part-time potranno usufruire del contributo in misura riproporzionata. Per poter accedere al contributo nell’anno successivo sarà necessario presentare nuovamente la domanda. Sarà anche questo garantito a tutti, indipendentemente dal reddito. Si tratta di un assegno di 960 euro annui erogato mensilmente ad 80 euro al mese per tutti i nati o adottati dal 1/1/2015 al 31/12/2017 e corrisposto fino al compimento del terzo anno di età.

Bonus bebLa domanda va presentata presso il Comune di residenza o presso un altro ente designato dal Comune (CAF, Comunità montane) utilizzando gli appositi moduli. Mentre il richiedente è tenuto a presentare ogni anno la DSU, per le domande in essere non va invece presentata una nuova domanda. Il primo requisito richiesto è quello di essere residente nel territorio italiano, per le persone extracomunitarie questo principio si traduce nella Carta di Soggiorno di lunga durata. Inoltre, arrivano 2 giorni di congedo obbligatorio per i neo-papà, che possono essere impegnati a propria scelta. Il sussidio prevede l’erogazione di 80 euro mensili per ogni componente del nucleo familiare (una persona avrà diritto a 80 euro, due componenti a 160, fino ad un massimo di cinque componenti che otterranno la cifra di 400 euro). Per il calcolo del numero dei componenti del nucleo familiare si considerano il richiedente, il coniuge non legalmente ed effettivamente separato anche se non a carico nonché i figli e gli altri familiari fiscalmente a carico.

Per l’anno 2016 il bonus può variare da 31 a 189 euro (per le famiglie con meno di quattro componenti) oppure da 49 a 274 euro (per le famiglie con più di quattro componenti). Riduzione retta asili nido e altri servizi educativi per l’infanzia e mense scolastiche. La domanda si presenta con modulo INPS da trasmettere online con i servizi telematici dell’istituto. E ha aggiunto che ad aprile i Comuni potranno già cominciare l’ergazione dei buoni vacanza alle famiglie. La sala consiliare del Comune di Mongrando ha ospitato ieri sera, martedì 6 giugno, alle 20, un folto e colorato gruppo di giovani famiglie. Tutte le novità su agevolazioni incentivi e bonus 2015 destinati alle famiglie, la scheda riassuntiva dell’Aduc. Quali le conferme o novità sui bonus 2018? Informazioni più dettagliate sono disponibili in questo articolo: “Bonus Bebè 2017: a chi spetta e come richiederlo”. Al via quest’anno 2017 anche il nuovo bonus famiglia per chi ha 3 figli a carico, valido per le famiglie che hanno un reddito annuo inferiore ai 15 mila euro. Chi ha accesso al bonus per disagio economico?

Il cittadino che intende fare richiesta di ammissione al bonus sociale per disagio economico deve compilare l’allegata modulistica, unendo fotocopia di un documento di identità. Formare una famiglia e fare figli nel 2014 diventa sempre più difficile. Ma il lavoro nero si batte anche con il «regolare facile», nel giusto equilibrio tra fruibilità del buono e limiti chiari del suo uso. Diritto al bonus anche peri cittadini stranieri aventi lo status di rifugiato politico o lo status di protezione sussidiaria. Per le famiglie con Isee più basso di 7.000 euro, invece, il bonus è di 160 euro al mese, pari a 1.920 euro l’anno. ISEE che non supera i 25.000 euro. Per il 2014, il limite ISE (YAHOO/FINANZA riporta erroneamente ISEE ndr) per il bonus è di 21.691,19 euro. Per saperne di più consulta il sito di AMA Roma. Si informi signora Rinaldis: non ci sono i pacchetti per i poveri, il bonus viene utilizzato dalle famiglie a loro discrezione tra le strutture disponibili e sul prezzo di listino!