“Riattiverete I Bonus Infanzia?

La soglia ISEE di reddito massima per poter accedere all’aiuto è stata stabilita per il 2017 in 8.555,99 Euro. Tale agevolazione, consiste in un assegno di 960,00 euro all’anno per ciascun figlio nato o adottato dal 1° gennaio 2015 al 31 dicembre 2017 per la durata massima di 3 anni di età. Ben il 24 per cento dei bambini tra gli 8 e i 9 anni si trova in condizioni di sovrappeso e obesità. Mentre sarà di 100 euro per i figli di età compresa tra i 19 e i 25 anni. La novità sarà attiva e fruibile dopo l’emanazione di un decreto attuativo da parte del Ministero della Giustizia. C’è un’ novità rispetto all’attuazione di detta misura fiscale: il bonus famiglie numerose 2016 sarà messo in pagamento a partire dal prossimo luglio. Canada Child Tax Benefit (Cctb), il National Child Benefit Supplement (Ncbs) e l’Universal Child Care Benefit (Uccb), consiste in una somma esentasse che le famiglie riceveranno mensilmente.

Bonus luce e gas 2017: è uno sconto in bolletta energia elettrica e/o gas che spetta alle famiglie che possiedono determinati requisiti ISEE e condizioni. Il nucleo familiare di appartenenza del genitore richiedente deve essere in condizioni economiche corrispondente ad un ISEE non superiore a 25.000 euro annui. A parità di reddito, la precedenza sarà data alla richiedente che avrà presentato prima la domanda. Avanti: prima di passare alla pagina successiva, secondo la sequenza standard, il sistema verifica se tutti i dati obbligatori previsti per la pagina corrente sono stati inseriti. La domanda deve essere presentata entro il 31 gennaio dell’anno successivo a quello per il quale si richiede il bonus. Inps. La domanda per il bonus deve essere presentata all’INPS. Bonus elettricità: già esistente per alcuni utenti particolarmente disagiati. Le uscite economiche sono già tante, se poi le triplichiamo o quadruplichiamo in base al numero di figli i costi diventano davvero insostenibili.

Bonus Beb

Possono richiedere il bonus le famiglie con parti trigemellari e le famiglie con numero di figli, pari o superiore a quattro. Il governo prova a incentivare la natalità sostenendo le famiglie nella fase iniziale, quella più pesante dal punto di vista economico. Il bonus di 80 euro erogato dal Governo Renzi ai soggetti a basso reddito viene allargato anche a disoccupati e pensionati. In Italia nel 2016 sono previsti degli aiuti per le famiglie a basso reddito? La grave crisi economica iniziata nella seconda metà dello scorso decennio sembra ormai superata ed è possibile tracciare un primo bilancio delle perdite sui redditi delle famiglie. La legge di Bilancio 2017 ha avuto un occhio di riguardo anche per le famiglie numerose che possono contare su un assegno di circa 1.800 euro l’anno destinato a tutti i nuclei con almeno 3 figli minorenni. Per pri­ma cosa con­tat­te­re­mo gli uffi­ci del­la Regione e ci fare­mo dare chia­ri­men­ti, appro­fon­di­men­ti e docu­men­ti. Prevista anche una detrazione per i datori di lavoro che pagheranno l’abbonamento a dipendenti o ai familiari.

Un’apertura del segretario del Pd che ha parlato anche di “pari dignità” tra alleati. Possono farne richiesta anche le mamme iscritte alla gestione separata che al momento della domanda sono negli 11 mesi successivi al termine del congedo di maternità obbligatorio. Questa volta la confusione viene dal sito stesso dei buoni vacanza, che inserisce tra le province dell’Emilia Romagna anche la Repubblica di San Marino. Sono ammessi a presentare le domande sia le strutture appartenenti alla rete pubblica dei servizi per l’infanzia che quelle private accreditate con la rete pubblica. E in una recente segnalazione al Governo, l’Autorità ha avanzato alcune proposte per ampliare la platea dei possibili beneficiari dei bonus, con particolare riferimento all’estensione dei potenziali destinatari, ai criteri di accesso, all’importo sul quale calcolare il bonus. Mentre il richiedente è tenuto a presentare ogni anno la DSU, per le domande in essere non va invece presentata una nuova domanda.